12. apr, 2017

CALCIO PROFILER – QUESTIONE DI NUMERI

Spesso l’approccio alle materie intangibili è basato su teorie e supposizioni che faticano a fare breccia nelle menti matematiche e, soprattutto, economiche. Ed il calcio non fa certo eccezione. Quindi quando si parla di un lavoro sinergico tra concetti di tecnica/tattica e aspetti psicologici, non si riesce a cogliere esattamente quanto sia efficace il lavoro di quest’ultima parte.

E allora proviamo a tramutare in freddi numeri i risultati sul campo della recente (a dire il vero… ancora in essere, fino alla fine della stagione, n.d.r.) sperimentazione del protocollo CalcioProfiler sulla squadra del CoachingSport, squadra del gruppo Lombardia UNO, militante nei gironi milanesi.

Il confronto delle ultime due stagioni è piuttosto significativo; al netto della bravura dei tecnici in materia di allenamento e programmazione, sono cambiati solo due/tre elementi  nella rosa e quindi possiamo vedere in maniera evidente il significativo cambiamento in termini di risultati:

 

Nella Stagione 2015-16:

Allievi -Provinciali Milano – Girone B (13 SQUADRE)

9° POSTO : 8 p.ti (2v 2n 7p) -13 diff.reti

Allievi -Provinciali Primavera Milano - Girone A (14 SQUADRE)

9° POSTO : 16 p.ti (5v 1n 7p) -9 diff.reti

 

Nella Stagione 2016-17:

Allievi -Provinciali Milano – Girone B (11 SQUADRE)

1° POSTO : 30p.ti (10v 0n 0p) +36 diff.reti (QUALIFICAZIONE AI REGIONALI)

Allievi -Regionali Milano – GironeH (15 SQUADRE)

1° POSTO: 33p.ti (11v 0n 1p) +22 diff.reti

(a parimerito e parziale, mancano due giornate)

 

Sono dati su cui si possono fare molte letture (e ometto volutamente il profondo miglioramento dal punto di vista disciplinare in quanto non si hanno dati esatti. n.d.r) e sicuramente non stiamo parlando di magia. Però è altrettanto vero che sono dati talmente evidenti, per cui non si può non chiedersi:  ma non è che, forse, la testa conta quantomeno quanto le gambe e che è lungimirante allenarla con la stessa attenzione??? A voi……